Home Tentoonstellingen In Italië PORTA del PARADISO: Florence

Nieuwsbrief

Regelmatig versturen wij een nieuwsbrief. Als u deze wilt ontvangen, vul dan hieronder uw naam en e-mailadres in.







PORTA del PARADISO: Florence Afdrukken E-mail
Geschreven door Catharina Ravelli   
donderdag, 23 augustus 2012 09:13

porta del paradisoMichelangelo gaf deze bronzen/gouden deuren hun naam - Porta del Paradiso:

"elle son tanto belle che starebbon bene alle porte del Paradiso". 

Gemaakt zijn ze door Ghiberti en zijn na een restauratieperiode van zeventwintig jaar sinds 2012 weer te zien !

La Porta del Paradiso is acht ton zwaar, vijf meter hoog en ruim drie meter breed.


La guerra

Porta del Paradiso 2La Porta del Paradiso non lascerà mai la sua collocazione originale fino al 1943 quando, a causa della seconda guerra mondiale, fu rimossa per ragioni di sicurezza e portata al sicuro.

Tornerà in Battistero nel 1948 dopo un restauro, condotto da Bruno Bearzi, che porterà alla luce la doratura al mercurio, da secoli nascosta sotto lo sporco e una vernice nera apposta nel 1772, che aveva fatto dimenticare l'esistenza della mitica doratura dei rilievi.

Alluvione

Scampata alla guerra, la Porta del Paradiso sarà danneggiata dall'alluvione del 1966: l'urto dell'acqua sarà talmente violento da aprire le ante e staccare sei pannelli dal telaio di bronzo (due in alto, due centrali e due in basso), che il Ghiberti aveva incastrato di misura. Per capire con quale forza l'acqua si sia abbattuta sulla Porta del Paradiso, basti pensare che negli anni Novanta quando l'Opificio ha deciso di staccare gli altri 4 pannelli della Porta, per eseguirne il restauro, sono occorsi cinque anni per toglierli dal loro alveo.

Mai eguagliata

La spiegazione di questo, come racconta Annamaria Giusti direttrice dei lavori di restauro dal 1996, sta nel fatto che "La Porta del Paradiso è una macchina complessa e perfetta, realizzata con una perizia senza precedenti e mai eguagliata".

Ciascuna delle due poderose ante furono gettate in bronzo in un unico colossale pezzo. Sul telaio bronzeo della porta erano stati predisposti degli alvei, profondi alcuni centimetri, per contenere i 58 rilievi che vi furono incastrate a forza, probabilmente riscaldando il telaio in modo da ottenere una leggera dilatazione. I rilievi furono fusi uno ad uno, rinettati a freddo e finemente cesellati in superficie per essere, infine, dorati con il metodo dell'amalgama di mercurio.

Waar en wanneer

Museo dell' opera de Santa Maria del Fiore - Piazza del Duomo 9 -  Firenze

elke dag van 9.00 - 19:30u en op zon- en feestdagen tot 13.45u